Liliam Fashion Week in London
  • 20 March 2015

  • 09.00 - 16.00 (Monday Free)

  • 21 King Street, Melbourne Victoria 3000 Australia See in Map

  • Nullam quis risus eget urna mollis ornare vel eu leo. Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Duis mollis, est non co.

  • Read More

Petto: esercizi fondamentali da eseguire a corpo libero senza ausilio di strumenti

agosto 25
Brak komentarzy

Vediamo insieme quali sono i migliori esercizi che si possono eseguire a corpo libero per allenare i propri pettorali.

Nel precedente articolo abbiamo visto i migliori esercizi per allenare l’addome, oggi invece andremo ad allenare una delle parti più canoniche del nostro corpo, molto importante per i maschietti: il petto.

In un uomo soprattutto, il petto rappresenta uno dei punti di forza del proprio aspetto fisico: non è solo per un fattore estetico; un petto largo e grande è indice di autorevolezza e buona salute. Non esistono rappresentazioni di fisico perfetto senza la presenza di un petto ben definito e muscoloso.

In molti allenano i propri pettorali con l’uso di macchine, come la panca piana con il bilanciere, senza rendersi conto che con queste invece si lavorano anche altri parti del corpo come i dorsali e i tricipiti, in molti casi non riuscendo quindi ad eseguire un allenamento ottimale del pettorale. Non sta solo nella cattiva esecuzione di questi, ma nello sforzo delle braccia, che nel sollevamento di quel peso, è maggiore del lavoro eseguito dai muscoli del petto.

Per questo è utile alternare i classici esercizi alla panca con degli altrettanti a corpo libero.

Ecco tre semplici esercizi che può eseguire chiunque, anche chi non si allena saltuariamente in palestra, ma che rivestono un ruolo molto importante per il nostro amato petto:

 

  1. Flessioni con le ginocchia poggiate

Partiamo dal più semplice: questo esercizio è perfetto per i principianti oltre ad essere molto efficace.

Quello che dovete fare è poggiarvi gattoni a terra, sollevare le caviglie e scendere col petto tenendo bene le mani poggiate a terra. Mi raccomando, ricordatevi sempre di tenere mani allineate al petto e i gomiti leggermente distanziati dal busto.

Incominciate l’esercizio con 3 serie da 10 ripetizioni, aumentatele sempre più man mano che vi allenate di giorno in giorno. Mantenete un tempo di recupero di 2 minuti tra un’esecuzione e l’altra.

  1. Piegamenti sulle braccia

Non c’è bisogno di fare tante presentazioni: si tratta dell’esercizio più classico e salutare che esista. Se eseguito perfettamente è in grado di lavorare i pettorali alti e bassi in maniera ottimale meglio di qualunque altro esercizio.

Per eseguirlo distendetevi a terra per lungo, con le punte dei piedi e le mani poggiate a terra; mantenete il busto completamente eretto, posizionate le mani all’altezza del petto con i gomiti poco distanti dal corpo e scendete giù. Eseguite l’esercizio lentamente, iniziando con 4 serie da 12 ripetizioni, cercando di aumentare fino a 5 serie da 15, recuperando 2 minuti tra un’esecuzione e l’altra.

  1. Flessioni con le gambe alzate

Si tratta di una versione un po’ più complessa dell’esercizio precedente: in pratica si eseguono delle flessioni con i piedi poggiati su di un piano rialzato. In questo modo lavorerete maggiormente il petto. Tenete però bene presente che questo esercizio va eseguito nella migliore maniera possibile, tant’è che lo consigliamo solo a soggetti un po’ più esperti: anche solo una mossa sbagliata può causare traumi o strappi, per questo è opportuno rivolgersi a un esperto che vi segua in un primo momento. Eseguitelo con 3 serie da 12, recuperando 2 minuti tra una ripetizione e l’altra.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *